YACB - Yet Another Charger Box


torna alla Home Page


CARICABATTERIA ... VIA !

Non so come sia nelle altre case, ma nella mia quasi non so più dove trovare una presa di corrente libera... tra telefononi, agende elettroniche, gameboy, mp3, pc portatili o altre diavolerie elettroniche da tenere in tasca, siamo arrivati alla "ricarica eterna", in cui una presa di casa è sempre impegnata da almeno uno di questi inseparabili minivampiri.

Sì, lo so, forse esagero ma è arrivato il momento di mettere un pò d'ordine; l'idea non è certo nuova, ma spesso le cose più semplici sono quelle più efficaci: costruiamo una centrale per caricabatterie, dove tutti questi "cosi" andranno ad abbeverarsi al momento della bisogna.

MAKE OR BUY ?

Come al solito internet è abbondante di idee in tal senso, basta cercare "charger box" e si trovano un bel pò di idee già pronte da acquistare o da realizzare con le proprie manine.

La scelta ricade ovviamente sul "make", per cui mi faccio un giro all'IKEA, fonte di ispirazione sicura, e trovo proprio quello che mi serve: una cassettiera componibile da ufficio, in questo caso un cassetto solamente, di 30 cm di lato e alto circa 15 cm, si chiama Teppas (non capirò mai i motivi di nomi tanto bizzarri) ed è dispobile in verde/rosso/nero: i-d-e-a-l-e !

Cos'altro serve ? di sicuro una "ciabatta" da usare per poter alloggiare diversi caricabatterie, e una serie di 4 rotelline basculanti che daranno all'invenzione un aspetto meno statico.

LET'S MAKE !

Sembra di fare una torta con i preparati già pronti del tipo "versa e inforna" talmente è banale, ma mi sento magnanimo e vado quindi a illustrare le fasi di assemblaggio: 

- Montare la cassettiera, con quattro scatti e quattro viti secondo le istruzioni IKEA;
- Incollare con "bostik" le rotelle alla base,  da fare asciugare durante la notte;
- Alloggiare la ciabatta nel cassetto facendo uscire il relativo cavo dalla feritoia della maniglia;
- Se vogliamo tenere l'interno ordinato, usiamo una scatola per contenere i caricabatterie non usati al momento;
- Per evitare che il calore eccessivo dei caricatori possa deformare la plastica della base del cassetto, si può mettere sul fondo un quadrato 30x30cm di moquette che faccia da separatore termico;
- Si collegano i caricatori strettamente necessari, usando la base superiore della cassettiera come appoggio. Fine.

CONCLUSIONI

Troppo semplice ? Sì, ma decisamente "ordinoso"
Leggero' con piacere i vostri commenti, se vorrete scrivermi al seguente indirizzo: mnicolato@hotmail.com

Aggiornato il 31 Agostoe 2008